Home > Giornale di Bordo > La cucina dei Tic

La cucina dei Tic

Eppòi c’è il dandy esistenzialone della foresta nera. Poco aggiornato. Chiaro.

Se ne sta seduto al bar colla camicia bianca portata fuori dei jeans sbregati sul ginocchio abbronzato. Biondo, bello, triste. Gli occhiali da sole di notte e quelle babbucce da sera nere. Lucidissime coi calzini grigi.

Lento e inquieto, ci mostra tutto il repertorio di pose. Mi viene pure da piangere ad assistere al suo sforzo disumano nel passarsi l’indice della mano sulle labbra appena finito il sorso dell’aperitivo. Colla schiena curva di sbieco sul tronco colle gambe spalancate, coi ginocchi troppo alti per questa seggiola mediterranea.

Ma quello che più mi rattrista, caro il mio dandy esistenzialone della foresta nera, è che non ti guarderà nessuno. Non muoverai più ormone alcuno perché è morto il cinema.

Caro il mio dandy; non esiste più lo star system a Hollywood. Non lo sapevi? Le star costano troppo e i produttori di sogni preferiscono l’animazione. La computer grafica. Tutta roba per economicissimi geek.

Sono costernato per te, caro il mio dandy.

Ma se vuoi far sognare i tuoi vicini ti dovresti dare più da fare.

Almeno volare come Iron man.

Advertisements
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: